La basilica di Santa Anastasia è un importante luogo di culto cattolico del centro storico di Verona

image

La basilica di Santa Anastasia è un importante luogo di culto cattolico del centro storico di Verona, situato vicino al punto più interno della città dell’epoca romana, in prossimità dell’ansa del fiume Adige, dove sorge il Ponte Pietra.

L’attuale chiesa fu iniziata nel 1290 e non fu mai completata. Alcuni ritengono che il disegno ed il progetto risalga a fra’ Benvenuto da Bologna e fra’ Nicola da Imola, ma non si riscontrano documenti in merito. La chiesa di Santa Anastasia prende il nome da una chiesa preesistente, di epoca gotica, dedicata da Teodorico ad Anastasia di Sirmio e di culto ariano. La chiesa peraltro ha inglobato successivamente un altro edificio ecclesiastico dedicato a San Remigio, quindi di epoca franca. In realtà la chiesa è intitolata al compatrono di Verona san Pietro, martire domenicano assassinato il 4 aprile 1252 non lontano da Monza. I veronesi l’hanno sempre chiamata col nome precedente e così è conosciuta anche esternamente, in ragione della preesistente chiesa. Fino al 1808 fu pertinenza dei domenicani, successivamente fu affidata al clero diocesano divenendo parrocchia con il beneficio di Santa Maria in Chiavica. La consacrazione della chiesa avvenne solamente nel 1471.

Leave a Reply: (What... You're shy?)

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s